Skip to content

Prendere decisioni efficaci attraverso il Design Thinking

Data articolo: 23 Maggio, 2018
Data ultima modifica: 22 Maggio, 2023
design thinking and decision making
Autore:

Viviamo in un mondo complesso e in continua evoluzione, dove le decisioni che prendiamo possono avere un impatto significativo sulla nostra vita e sulle nostre attività.

Prendere decisioni è una parte fondamentale della nostra vita quotidiana. Che si tratti di decisioni personali o professionali, è cruciale avere un approccio che ci aiuti a fare scelte sagge e mirate. In questo contesto, il Design Thinking emerge come una metodologia potente per prendere decisioni efficaci.

Cos'è il Design Thinking?

È un approccio umano-centrico alla risoluzione dei problemi, che mette l’accento sulla comprensione approfondita delle esigenze degli utenti, sull’empatia e sulla creatività nel generare soluzioni innovative. Attraverso una combinazione di analisi, ideazione, prototipazione e test, il Design Thinking consente di affrontare problemi complessi in modo strutturato ed efficiente.

Ogni prodotto può essere utilizzato in 100 modi differenti, ma noi esseri umani ci limitiamo a sfruttare circa il 20% del suo potenziale, abituandoci ad utilizzare gli oggetti sempre nella stessa maniera.

Un approccio umano-centrico (Human-centered design) vuol dire concentrarsi su quel 20% per disegnare prodotti/soluzioni in risposta ai reali bisogni delle persone.

Human-centered design: un (cattivo) esempio

Avete mai provato ad aprire una porta che sembrava confondere chiunque la usasse? Siete rimasti bloccati senza sapere se dovevate spingere o tirare? Questo è ciò che nel Design Thinking viene chiamato “Norman Door”. Ma qual è il significato dietro questo termine?

Il concetto delle Norman Doors è stato introdotto dallo psicologo e designer Don Norman. Si riferisce a oggetti di uso comune, come porte, interruttori o pulsanti, che creano confusione negli utenti a causa di una cattiva progettazione. Queste porte sembrano richiedere una determinata azione, ma l’esperienza utente dimostra che la soluzione corretta è l’opposta.

il Design Thinking per prendere decisioni efficaci

Ma perché il Design Thinking è così importante per prendere decisioni efficaci? Ecco alcuni motivi fondamentali:

  1. Comprendere il vero problema: Spesso ci troviamo a prendere decisioni basate su supposizioni o superficiali. Il Design Thinking ci insegna a scavare più a fondo, a porci domande chiave e a condurre ricerche approfondite per comprendere il vero problema di base. Questa comprensione approfondita ci consente di affrontare il problema nella sua essenza e di trovare soluzioni più efficaci.
  2. Empatia verso gli utenti: Il Design Thinking mette in primo piano gli utenti finali, cercando di capire le loro esigenze, desideri e aspettative. Questa focalizzazione sull’empatia ci aiuta a prendere decisioni che soddisfano veramente le necessità degli utenti, creando esperienze significative e di valore. Ascoltare attentamente le persone coinvolte ci fornisce una prospettiva più ampia e ci permette di evitare decisioni basate su congetture.
  3. Pensiero laterale e creatività: Il Design Thinking ci incoraggia a pensare in modo non convenzionale, ad abbracciare il pensiero laterale e ad esplorare diverse prospettive. Ci sfida a superare i confini dell’usuale e a considerare soluzioni innovative e fuori dagli schemi. Questa libertà di pensiero ci apre a nuove possibilità e ci aiuta a prendere decisioni più creative e avanguardiste.
  4. Prototipazione e test: Una delle caratteristiche distintive del Design Thinking è la prototipazione rapida e il test delle soluzioni proposte. Questo approccio ci consente di sperimentare e ricevere feedback tempestivi, in modo da poter rifinire e migliorare le nostre decisioni in un ciclo iterativo. Il test delle soluzioni ci aiuta a prendere decisioni basate su dati concreti e su riscontri reali, riducendo il rischio di errori costosi.
  5. Coinvolgimento delle parti interessate: Il Design Thinking promuove la collaborazione e il coinvolgimento di tutte le parti interessate. Questo approccio inclusivo ci consente di beneficiare delle conoscenze, delle prospettive e delle competenze diverse di team multidisciplinari. Coinvolgendo le persone giuste nel processo decisionale, si creano soluzioni più complete e si costruisce un senso di proprietà e di supporto reciproco.

Tornando al nostro esempio, le Norman Doors sono un esempio lampante di problemi di usabilità, di scarsa empatia, comprensione e coinvolgimento gli utenti nella fase di progettazione. Nel Design Thinking, riconoscere e risolvere tali problemi è fondamentale per creare prodotti ed esperienze di successo.

In conclusione, siamo di fronte ad uno strumento potente per prendere decisioni efficaci. Ci aiuta a comprendere i problemi in modo approfondito, a pensare in modo creativo, a prototipare e testare soluzioni, e a coinvolgere le parti interessate nel processo. Integrando il Design Thinking nella nostra vita personale e professionale, potrete prendere decisioni migliori, innovative e orientate alle esigenze delle persone.

Vi sorprenderà per gli impatti positivi che potrete raggiungere!

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

vuoi definire la tua strategia di prezzo?

NEWS POPOLARI

prototipi deck ain't a game

Habemus deck! I prototipi delle scatole sono arrivati!

I primi prototipi dei deck Ain't a Game sono arrivati! Strumenti pratici che compongono il metodo, per scoprire un nuovo modo di fare impresa. Sono scatole da gioco fatte per essere vissute in condivisione, con le persone al centro.

CASI POPOLARI

officine alpi customer experience journey

Migliorare la gestione delle vendite con la Customer Experience: il caso Officine Alpi

Partire dall’esigenza di migliorare la gestione delle vendite e scoprire il potere della Customer Experience: il caso di Officine Alpi.

ARTICOLI POPOLARI

reputazione

Il Ruolo della Reputazione nella Società Moderna

L'era digitale ha trasformato la reputazione in una forza onnipresente che permea ogni aspetto della società contemporanea. È diventata un filo conduttore che collega i diversi aspetti della società contemporanea. La gestione della nostra reputazione richiede una consapevolezza costante delle nostre azioni e delle loro implicazioni.
reti di impresa e fiducia

Collaborazioni, aggregazioni e reti di impresa: il ruolo della fiducia

la fiducia ha un ruolo chiave nelle collaborazioni, aggregazioni e reti di impresa: internamente come aggregatore stante l’essere un mix di affidabilità, prevedibilità e fede; esternamente come brand in quanto valori condivisi e reputazione sono elementi distintivi di ogni identità aziendale